Appunti di un venditore di donne. Giorgio Faletti


Titolo: Appunti di un venditore di donne
Autore: Giorgio Faletti
Anno publicazione: 2010
Editore:Dalai
Prezzo: €20,00
e-book : €9,90
Secondo Antonio D'Orrico, critico letterario, che aveva già ai tempi di Io uccido considerato Giorgio Faletti come il più grande scrittore italiano,  l'incipit di Appunti di un venditore di donne è "uno sfregio sulla faccia di chi legge poiché non lo dimentica più".

Io sono Bravo e non ho il cazzo...

Bravo che di mestiere procura giovani donne a pagamento a ricchi e non più giovanissimi clienti è un uomo che vive un'esperienza drammatica e traumatizzante: è stato evirato. Evirato è diverso da castrato, vuol dire che i suoi desideri e le sue pulsioni sessuali sono inalterate ma non può soddisfare nessuna donna ne soddisfarsi, cosa più crudele che si possa infliggere ad un essere umano. Dunque Bravo da un lato si trova ad avere un certo numero di donne che non possederà mai e dall'altro degli uomini che lui detesta poiché hanno la possibilità di avere quello che a lui è stato negato. Vive e muove i suoi affari in una Milano degli anni '80 dove il mondo del terrorismo e la corruzione politica non ha fermato il suo sviluppo; dove si moltiplicano i locali e dove si trova il modo di sperperare le proprie ricchezze, nonostante tutto. Qui bravo trascorre le sue giornate oltre che con il suo amico Daytona con il suo cieco vicino di casa Lucio. con cui condivide la passione per i crittogrammi. La vita di Bravo viene  letteralmente sconvolta quando incontra Carla che gli sussurra in faccia un desiderio che non sentiva da tempo: “Con te ci verrei anche gratis”. Decide di reclutarla. Comincia da qui il suo incubo peggiore: viene braccato dalla polizia, dalle brigate rosse e dal suo passato e per uscire da tutto questo può solo contare sulle sue forze.


Giorgio Faletti scrittore,attore, cantane. inizia la sua carriera come cabarettista nei locali della Milano degli anni ’70. La sua carriera come scrittore viene decretata con il suo primo thriller, Io Uccido ambientato a Montecarlo che raggiunge un successo sorprendente e viene tradotto in quasi tutte le lingue principali del mondo.I l suo maestro e ispiratore, Jeffery Deaver, grande scrittore di thriller spende parole davvero lusinghiere nei confronti di Faletti e del suo lavoro. Nel 2004 pubblica il suo secondo lavoro, Niente di vero tranne gli occhi a cui seguono una raccolta di racconti  Pochi inutili nascondigli, Io sono Dio e Appunti di un venditore di Donne, straordinario successo di critica e di pubblico. Nel 2011, pubblica Tre atti e due tempi e infine 2012 Da qua ad ora opera autobiografia in cui  Faletti si racconta in 2 cd audio.


Commenti

Post popolari in questo blog

La filosofia è necessaria: il metodo zetetico.

L'infanzia nel medioevo e nell'età moderna

La modernità di Virginia Woolf: Mrs Dalloway.