Rimbaud: Sensazione

Desiderio di evasione , visione panica  e sensuale della natura in questa lirica del sedicenne poeta francese Arthur  Rimbaud (1854-1891). 
Oggi sull'Isolachenonc'è, spazio alla poesia.

Sensation

Par les soirs bleus d’été, j’irai dans les sentiers,
Picoté par les blés, fouler l’herbe menue:
Rêveur, j’en sentirai la fraîcheur à mes pieds
Je laisserai le vent baigner ma tête nue.  
 Je ne parlerai pas, je ne penserai rien:
Mais l’amour infini me montera dans l’âme,
 Et j’irai loin, bien loin, comme un bohémien,
Par la Nature, – heureux comme avec une femme.
Marzo 1870

Sensazione

Nelle azzurre sere d’estate, andrò per i sentieri,
punzecchiato dal grano, a pestar l’erba tenera:
 trasognato sentirò la sua frescura sotto i piedi
e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo.  
Io non parlerò, non penserò più a nulla:
ma l’amore infinito mi salirà nell’anima,
e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro,
nella Natura, – lieto come con una donna.

Commenti

Post popolari in questo blog

La filosofia è necessaria: il metodo zetetico.

L'infanzia nel medioevo e nell'età moderna

La modernità di Virginia Woolf: Mrs Dalloway.