1Q84 di Murakami

Il senso che qualcosa di innominabile è stato perso, la confusione tra ciò che è reale e ciò che non lo è, è al centro dei romanzi di Murakami, storie assurde e inquietanti tra  fantascienza e romanzo di formazione metafisico scritti con meccanismi di trama che ricordano i romanzieri del XIX secolo a cui Murakami è così affezionato, in particolare Dickens.

Haruki Murakami, scrittore giapponese che gode di un successo crescente in tutto il mondo, paragona la sua scrittura ai giochi per computer, dicendo che quando scrive è come se fosse il programmatore e il giocatore allo stesso tempo. Le sue storie e le loro impostazioni sono familiari agli occidentali, eppure in esse c'è un tocco giapponese distintivo. I romanzi di Murakami contengono tutto dalla noia della vita moderna ai delicati e misteriosi rapporti umani fino ai mondi che prosperano nel sottosuolo. In un intervista ha dichiarato che non  vi è alcun significato di fondo sotto le sue opere e che non vuole che il suo lavoro debba essere interpretato. Egli non prevede nulla. Scrive solo. "Io scrivo spontaneamente" ha detto Murakami. "Non penso a niente quando scrivo, non so nulla quando scrivo".
Eppure crede fermamente che dentro di lui esista un "underground ", un sottosuolo nella mente: "ho cose nella parte posteriore della mia mente che giacciono sotto la mia coscienza. Scrivere, per me, è un modo passivo per portare questi pensieri fuori di me".
Haruki Murakami è stato definito la voce di una generazione. Quella generazione ha avuto la fortuna di vivere in tempi di prosperità senza precedenti, eppure è sembrata a volte pericolosamente alla deriva, sia idealista che assolutamente egoista.
La voce in molti dei romanzi di Murakami è quella propria di un qualunque uomo giapponese, un buon cuoco, un tipo ordinato, appassionato di letteratura e jazz che ha rinunciato alle sigarette a tratti molto europeo. La voce non è dissimile da quella di Murakami  stesso, un  49enne che una volta gestiva un jazz bar, che ammette di gradire il whisky e che conduce una vita, in generale, molto sana.
Edito per l'Italia da Einaudi, 1Q84 è una storia d’amore in un mondo in cui brillano due lune e dove i protagonisti Aomame e Tengo sono "separati eppure uniti da qualcosa di invisibile e fatale come solo il destino e la volontà possono essere". Una storia d'amore in un mondo di incertezze, caos e futilità.

Passò il resto della mattinata così, a guardare il soffitto. Non se la sentiva di fare nulla. L'unica soluzione era rimanersene lì a guardare in alto. Non che lassù ci fosse nulla di interessante. I soffitti non sono costruiti per intrattenere le persone.


Titolo: 1Q84
Autore: Haruki Murakami
Casa editrice: Einaudi
Prezzo: € 20,00

Murakami è uno scrittore e romanziere fresco, divertente e timido nato a Kyoto nel 1949. Si dice che in una calda giornata di primavera del 1974 mentre  guardava una partita di baseball Murakami-san ebbe l'ispirazione per scrivere il suo primo romanzo, in seguito chiamato Hear The Wind Sing.


Commenti

Post popolari in questo blog

La filosofia è necessaria: il metodo zetetico.

L'infanzia nel medioevo e nell'età moderna

La modernità di Virginia Woolf: Mrs Dalloway.