La mamma dei Carabinieri

LA MAMMA DEI CARABINIERI
Alessio Puleo  Filippo Vitale

La mia grande passione per l'Arma mi ha portato a conoscere Alessio Puleo tramite una richiesta di amicizia su facebook. Acquistai il suo romanzo sicura di leggere una storia emozionante e vera.
La storia mi ha rapita fin dalle prime righe, grazie anche alla disponibilità e simpatia di Alessio.

PREFAZIONE
"Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla"
Queste parole riprese da Novecento, romanzo di Barrico, raccontano la storia buona di Tim e Tooney, ma si rispecchiano in Zia Mimma Lupo, la Mamma dei carabinieri, perché lei una storia buona e reale ce l'ha da raccontare ... e Alessio l'ha saputa intrecciare nella trama del suo primo romanzo, intitolato appunto La mamma dei carabinieri.  ( Rita Borsellino )

TRAMA
Nel 2001 Alessio decise di intraprendere il servizio di leva nella Benemerita Arma dei carabinieri e, dopo i primi giorni di leva a Benevento, viene trasferito a Palermo.
Qui gli viene assegnato il servizio di vigilanza alla casa del giudice Paolo Borsellino, in via Cilea, e, proprio qui, ha  modo di conoscere Mimma Lupo, la ''mamma dei carabinieri'', arzilla signora quasi novantenne, che abita sola in una villetta di fronte alla casa del giudice.
Alessio ha spesso sentito parlare di quella atipica vecchietta che veste con il cappello dell'Arma e gli alamari cuciti sulla giacca nera, come una seconda pelle, come un carabiniere, e capisce subito che si tratta di una donna speciale, da conoscere.
Domenica Lupo è una  signora di circa novanta anni, vestita da carabiniere, che da qualche anno dopo la strage di via d'Amelio, si prende cura in ogni senso della vedova Borsellino e dei carabinieri che sorvegliano la casa del giudice. Ogni giorno porta loro tè, dolci, sistema qualche imperfezione delle divise, perché ritiene che bisogna essere sempre in ordine, ed ha sempre una parola per tutti.
Alessio, incuriosito, inizia a frequentare Domenica, che per tutti è diventata la Mamma, la Mamma dei carabinieri.
Il primo incontro con Mimma è una sorta di radiografia per Alessio, perché viene supervisionato dalla donna, che proprio come un  superiore controlla che divisa, barba e scarpe siano in ordine.
Passando molte giornate con Mimma, Alessio, raccoglie confessioni e aneddoti della vita travagliata di mamma Mimma. Ne nasce un libro scritto a quattro mani con Filippo Vitale che racconta  di Mimma della sua vita per niente  semplice e spensierata, ma un travaglio di drammi e violenze, in un'epoca in cui, in Sicilia, le donne subivano senza reagire la prepotenza dell'uomo. Un giorno, ancora giovanissima, Mimma, un pomeriggio, per non rientrare a casa col buio, di ritorno da una visita a casa della sorella, sentendo il rumore di zoccoli di cavallo,  crede stia arrivando un cavaliere. La sorpresa   nel vedere due carabinieri che pattugliano la zona ne giaà incrociati la mattina, e tale che , con lo sguardo incollato ad uno dei due carabinieri, non si rende conto della strada davanti a lei e  inciampa in un gradino rovinando a terra. Il brigadiere senza mai staccare lo sguardo da lei, scende da cavallo e si prodiga nel primo soccorso al ginocchio sbucciato. Per i due giovani è colpo di fulmine. Il brigadiere romano Giovanni Tagliarini e Mimma si innamorano di un amore puro, sincero, profondo e mai consumato a causa degli scherzi della vita e delle imposizioni d'onore,  in terra siciliana, una terra bella e difficile dove anche solo uno sguardo ad una giovane nubile poteva rovinare la vita.  I due giovani lottano per il loro amore finché non saranno costretti a separarsi.  Per Mimma passano gli anni tra drammi e gioie, ma il suo amore per il giovane brigadiere e per l'Arma non scema, anzi aumenta giorno dopo giorno sempre di più nonostante il destino e il regolamento dei conti ''d'onore'' le abbiano sempre remato contro.
Quell'amore incondizionato la porterà sino ai giorni nostri, facendole ritrovare nei ragazzi della sorveglianza, l'amore per il suo Giovanni.


Domenica Lupo muore a Palermo il 16 gennaio 2013 all'età di 96 anni
Mimma Lupo, la mamma dei carabinieri

Buona lettura Tania C.

ALESSIO PULEO
Nasce a Carini, nella provincia di Palermo, il 17 giugno 1981.
Dopo il diploma di geometra nel 1998, nel 2001 inizia il servizio nell'Arma dei carabinieri
Nel 2002 fonda, no profit, un'associazione teatrale che lo vedrà emergere come attore.
Continua a lavorare anche nella pasticceria di famiglia, perché la vita non è fatta solo di sogni.
Nel 2007 pubblica il suo primo romanzo, La mamma dei carabinieri, grazie all'aiuto di un editore che ha creduto in lui.
Nel 2012 esce il suo secondo romanzo, Il mio cuore ti appartiene ( Gli infiniti battiti del mio cuore ), che tratta il delicato tema della donazione degli organi.


LA MAMMA DEI CARABINIERI
Alessio Puleo - Filippo Vitale
Edizioni LONGANESI €15,00








Commenti

Post popolari in questo blog

La filosofia è necessaria: il metodo zetetico.

L'infanzia nel medioevo e nell'età moderna

La modernità di Virginia Woolf: Mrs Dalloway.