Grand Budapest Hotel

“Un immersione profondamente piacevole”-The Guardian -

Tutto comincia con una giovane donna che visita un parco e contempla un busto di un "autore," amato che diviene carne nella persona di Tom Wilkinson, che poi ricorda il suo io più giovane nella persona di Jude Law, che poi racconta il suo incontro con il signor.Moustafa (F. Murray Abraham), il proprietario del Grand Budapest Hotel, superba cattedrale di eccentricità,  situato sulle montagne di un paese dell'Europa centrale, l'immaginario Zubrowka. L’hotel è un edificio leggendario e Law (l "Autore") è curioso di sapere perché l'immensamente ricco Moustafa sceglie per le sue visite annuali al luogo come sua stanza un ripostiglio. Durante la cena, Moustafa si degna di soddisfare la curiosità dello scrittore, dicendogli del suo apprendistato sotto il gestore dell'hotel, Mister Gustave (Ralph Fiennes)
M. Gustave è un concierge di ferro e di alto livello, che insegna al giovane Zero Moustafa l'arte di capire ciò che un cliente vuole, prima  ancora che l'ospite l’abbia addirittura pensato. Indossa un profumo chiamato "Eau de Panache." È anche un gigolò, capace però, nel finale del film, di un atto di vera umanità.
I suoi guai iniziano quando la più ricca delle sue vedove (Tilda Swinton) muore e gli lascia un quadro, “Ragazzo con mela”.  Il figlio della vedova (Adrian Brody) desidera che  Gustave non entri in possesso del lascito, anzi arriva addirittura ad accusare Gustave di aver avvelenato sua madre con la stricnina. La sua determinazione mette in moto una serie di intimidazioni e aggressioni che si intersecano all’ascesa di un potere apparentemente fascista nei colori pastello della Middle-Europa che gli scenografi evocano nel film.
Attento ai dettagli, eccentrico, esuberante, cartonesco, Wes Anderson immerge in un mondo nostalgico agrodolce, surreale, apparentemente diverso dal nostro, ma altrettanto pieno di crudezza, tensioni e sentimenti simili al nostro. Ispirato dall’opera di Stefan Zweig, Grand Budapest Hotel vanta un cast stellare in cui emerge senza dubbio un brillante Ralph Fiennes.
Guardiamo insieme il trailer su Youtube.


Grand Budapest Hotel è un film del 2014 scritto, diretto e co-prodotto da Wes Anderson,
Prima data di uscita: 8 febbraio 2014 (Praga)
Regista: Wes Anderson
Durata: 100 minuti



Commenti

Post popolari in questo blog

La filosofia è necessaria: il metodo zetetico.

L'infanzia nel medioevo e nell'età moderna

La modernità di Virginia Woolf: Mrs Dalloway.